Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Catturato il latitante Vito Zappalà

Da Catania a Treviso, le Forze di Polizia ed Intelligence, uniti da una stretta ed efficiente collaborazione, sono riuscite a catturare il boss Vito Zappalà, mentre faceva jogging a Mogliano Veneto (TV). Latitante da ben oltre dieci anni, legato alla mafia-catanese e condannato a 29 anni di reclusione per spaccio e traffico di droga a livello internazionale.

Quindi un ulteriore successo nella lotta e nel contrasto alla criminalità organizzata, da parte dello Stato.

Le infiltrazioni sia  di stampo camorristico che mafioso, dal nord al sud, passando per l’europa, sono e devono essere costantemente monitorate dall’Intelligence, coadiuvata dalle Forze dell’Ordine. Per ostacolare le associazioni a delinquere finalizzate al traffico della droga, è evidente che occorre estendere le indagini a tappeto su tutto il territorio nazionale, in quanto come afferma il Questore di Treviso, Carmine Damiano :  “Non esistono zone franche dal rischio di infiltrazioni mafiose”.

Informazione, decisione ed azione…

La consapevolezza dei propri limiti, dell’ambiente in cui si opera, dei fattori di rischio, rappresentano il punto di avvio di ogni percorso operativo di intelligence…

La conoscenza dei fatti sicuramente è un dato importante, ma ancor di più lo è l’influenza degli stessi sulle decisioni da prendere all’apice di ogni cattura di latitanti “doc”.

Marco Federico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *