Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

In Afghanistan, un altro alpino colpito!

Il Presidente della Repubblica Italiana, Giorgio Napolitano, rende omaggio al militare caduto.

Ieri, a Vigna di Valle (sul lago di Bracciano), alla presenza del Presidente della Repubblica Napolitano e del Ministro della Difesa, On.Ignazio La Russa, Il Generale dell’Aeronautica Vincenzo Camporini, ha trasferito le consegne al Generale dell’Esercito Biagio Abrate, che è diventato il nuovo Capo di Stato Maggiore della Difesa.
Durante l’avvicendamento, il Ministro della Difesa On.Ignazio La Russa, veniva informato dell’uccisione del caporalmaggiore (33 anni) Luca Sanna, originario di Oristano.

L’Alpino Luca Sanna

“La vittima – ha comunicato il Ministro della Difesa La Russa – è stata colpita alla testa, all’interno della base di Bala Murghab (Afghanistan), da un terrorista che indossava l’uniforme dell’esercito afghano”. Sono due le ipotesi a riguardo: che si tratti di un infiltrato arruolatosi nell’esercito afghano o di un guerrigliero che mimetizzatosi tra i soldati, ha colto di sorpresa il nostro militare uccidendolo. Purtroppo, è rimasto ferito un altro giovane, Luca Barisonzi, il quale, stando alle ultime notizie, versa ancora in condizioni gravi.

Esprimiamo il dolore e la vicinanza alla moglie Daniela ed ai familiari di Luca Sanna e ci auguriamo che Luca Barisonzi, possa salvarsi e tornare presto a casa.  

Marco Federico

5 Responses to In Afghanistan, un altro alpino colpito!

  1. daniele Rispondi

    Gennaio 19, 2011 at 4:15 pm

    tanto dolore e tanta vicinanza alla moglie. Mi dispiace tanto per la morte di quello che era, sicuramente, un buon soldato.

  2. Oscar Rispondi

    Gennaio 19, 2011 at 5:01 pm

    Mi unisco al cordoglio per il militare Luca Sanna.

  3. Marco Palmolella Rispondi

    Gennaio 20, 2011 at 3:09 am

    Siamo vicini alla famiglia con tanto affetto. Onoreremo sempre i caduti italiani, però bisognerà essere più cauti. Queste bestie non hanno riconoscenza, non vogliono ricordare che i soldati italiani portano cibo, aiuto, assistenza, civiltà e prospettano un percorso democratico.

    • Born Rispondi

      Gennaio 20, 2011 at 11:14 am

      La popolazione afghana riconosce ed apprezza l’operato dei soldati italiani anche e soprattutto dal punto di vista umano.
      Gli italiani brava gente, non è un luogo comune.
      Dobbiamo essere fieri dei nostri militari in missione di pace.
      Onore ai caduti.

  4. gianmauro Rispondi

    Gennaio 25, 2011 at 7:08 am

    Luca Sanna è nato a Oristano, come molti ragazzi di piccoli paesi della provincia che non dispongono di un ospedale, ma era di Samugheo e vi assicuro che lui stesso avrebbe sottolineato questa differenza importante. Non fatevi raccontare come è morto, fatevi raccontare come è vissuto. Onore al caporalmaggiore Luca Sanna e coraggio a Daniela.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *