Servizi segreti: ricordare…per un’ Italia sempre più unita.

24 Aprile, 2011

L'Altare della Patria

Domani 25 aprile 2011: quante parole verranno dette ed eventi ricordati… Viviamo nell’oggi in attesa del domani: il popolo sarà chiamato prossimamente alle urne?

Probabile, ma ciò che a noi interessa sono le sorti di questa nostra beneamata Patria.

Lungi da me dal voler fare un discorso nazionalista, quello che desidero ricordare e sottolineare è lo sforzo ed il sacrificio che tanti italiani hanno fatto, fanno e faranno, per tenere “in piedi” questo nostro ” Bel Paese”. W l’Italia non è soltanto una canzone, è un concetto che appartiene sia alla destra che alla sinistra, un alto ideale da salvaguardare per non perdere la propria identità.

Il 25 aprile 1945, indica il risveglio della coscienza civile e nazionale negli animi degli italiani che si spera non si spenga mai… 

Marco Federico

comunicazione@servizisegreti.com

 

Tags: , , , ,

10 commenti per Servizi segreti: ricordare…per un’ Italia sempre più unita.

  1. Salvo on 25 Aprile, 2011 at 2:21 pm

    Caro Marco condivido a pieno la tua Idea,ma come me altri milioni di Italiani che hanno perso la fiducia dello stato,anzi voglio precisare,del governo,perche’ lo stato siamo e resteremo sempre noi il popolo che sopravvive con le propie energie,quello che il governo vuole toglierci,credo che saremo ben pochi a votare ed a continuare ad andarci,le cose cambiano,e credo vivamente che cambiano,ma al peggio, buona vita sempre caro Marco…..
    Un Fedele Lettore……….

  2. Marco Federico on 25 Aprile, 2011 at 4:04 pm

    Salvo, avverto in te tanta sfiducia, probabilmente perchè stiamo tutti attraversando un momento molto delicato e complesso ma, sono convinto che soltanto insieme possiamo farcela.
    Io continuo a credere nel popolo italiano che con tutti i suoi difetti, sa risorgere dalle difficoltà. Questo è il momento fatidico per trovare la coesione con tutti i cittadini, dal nord al sud, indipendentemente dal proprio credo politico. Proprio perchè dici che lo Stato siamo noi, quindi avanti, non abbattiamoci, ma uniamoci con i buoni propositi per il bene del nostro Paese.

  3. Salvo on 26 Aprile, 2011 at 10:55 am

    Ciao Marco, leggevo la tua risposta, avrei detto cosi anchio qualche anno fa,mi sono dovuto trasferire dalla mia Terra ad un’altra per poter sopravvivere io e tutta la mia famiglia,pensa il disagio subito dei miei figli,pensa il distacco dalla terra amata,non e che adesso mi trovi male in questo luogo dove mi trovo,ma devo dire grazie alla politica di questo mio cambiamneto, a me il governo non ha dato mai nulla non mi ha mai reso un qualcosa che io desiderassi, e cio’ che disideravo non era molto,chiedevo piu’ garanzie per tutti,invece vedo che gli Italiani stanno diventando sempre piu’ poveri,i beni di prima necessita aumenta di giorno in giorno ci hanno cambiato la moneta pensando di fare bene agli Italiani,invece eccoci qui a piangerci,e non e finita, paghiamo il mutuo mandiamo i figli a scuola,e mi chiede il governo di votare,a cosa dovrei votare ??? se non sto tranquillo al lavoro non so che pesci mi tirano in faccia,si tira la cinghia,non si arriva piu’ a fine mese, bollette,benzina,viveri e qualcosa per i figli,rimaniami senza un cent…. E a cosa dovrei votare ? chi mi garantisce piu’ ? chi mi dira’ non preoccuparti le cose cambiano in meglio, e’ chi ci crede piu’ dopo quello che sto vedendo e passando, e dovrei crederci ancora ? e perche’ ? L’Italia il tricolore,e quello che hannop fatto i miei nonni rimarra’ nel mio cuore,ma ho perso la fiducia di chi ci doveva governare, sia che di destra che di sinistra,alla fine li trovi al ristorante tutti insieme,e se ne stanno fregando dell’Italiano medio,dell’operaio,di chi ha problemi sociali,di chi si alza lla 5 e rientra alle 22, di chi non riesce piu’ a pagare un semplice mutuo,e di chi pere il lavoro e non sa’ piu’ che fine fara’,il governo lo sa, se non comando io in questo giro comanderai tu, e il gioco e fatto….. Scusami lo sfogo Marco,ma ho perso tutta la mia fiducia nelle Istituzioni,e non so’ piu’ cosa credere,non credo piu’ nemmeno a me stesso,e la famiglia va a rotoli,i figli a casa senza un lavoro, ed io vivo con il fantasma dietro della Mobilita’…… Buona Vita a te Marco !!!

  4. Marco Federico on 26 Aprile, 2011 at 11:31 am

    Ciao salvo, mi dispiace cogliere nelle tue parole tanta sofferenza ed amarezza, credimi conosco persone che vivono situazioni simili alla tua…Che dirti se non che la vita va vissuta fino in fondo e non bisogna permettere a nessuno di toglierci la speranza. Sottolineo la parola speranza, perchè all’interno di essa, vi è custodito il seme che, a dispetto di coloro che non si avvedono, aspetta di germogliare dal profondo del nostro cuore. Finchè continuerà a battere, non bisogna demordere, la vita può cambiare da un momento all’altro…

  5. Salvo on 26 Aprile, 2011 at 11:48 am

    Si Speranza,hai ragione,io l’ho sempre avuta,ma sono arrivato al giro di boa,non ne ho piu’ ho perso anche quella speranza di un giorno vedere la mia gente sorridere allo sguardo di uno sconosciuto……. Io vedo la gente in giro che sembrano degli zombi,ed incazzatissimi,io come dovrei stare ? con la speranza di che ? se perdo il lavoro,perdo la casa,se perdo la casa,perdo i figli,se perdo i figli ho perso gia’ tutto….. Quale speranza devo avere, se non della speranza DIVINA !!! sono credente,ma l’unica cosa che credo di piu’ e la morte ! ecco il mio pensiero per la (Speranza) oramai e tardi per me, saluti e grazie delle parole spese per me Marco, sai so benissimo che tanta gente ancora ci crede,e fa bene,io sono sfiduciato….. Buona serata !

  6. Elisa on 26 Aprile, 2011 at 6:49 pm

    http://www.youtube.com/watch?v=Mx_Lq7tEQvE&NR=1

    Cari utenti,
    questo video(tralasciando il finale!) la dice molto lunga su come stà procedendo l’Italia da un punto di vista sociale, economico e culturale. Questa nonnetta da un lato incarna il sentimento o principio della DEMOCRAZIA passata. Quella che ha fatto sì che, ogni politico da destra a sinistra si incrontrasse ad un tavolo ed esponesse ciò che oggi, vengono chiamati “I PRIMI 12 ARTICOLI FONDAMENTALI DELLA COSTITUZIONE”.
    La guerra per salvare noi cittadini da un fascismo a tratti opprimente e selettivo. però è anche vero ,e lo testimoniano i documenti, ha fatto opere importanti per il Paese(inps,ecc…). Ma ieri tutti abbiamo ricordato la libertà da un dittatore che, non ci apparteneva più col suo egoismo e sete di potere; per certi versi la stessa cosa che accade oggi in Italia.
    La LIBERTA’ e la DEMOCRAZIA sono elementi importanti da conservare, difendere e inneggiare perchè per queste due parole che, molti politici hanno dimenticato, ci sono nomi e cognomi di nonni, padri e fratelli morti sia da una parte che dall’altra,ovvero sia dalla parte dei partigiani filoamericani che dalla parte dei partigiani sovietici.
    Non voglio vedere questi manifesti ( http://roma.repubblica.it/cronaca/2011/04/23/foto/provocazione_fascita-15304937/1/ ) o questi ( http://www.google.it/imgres?imgurl=http://www.ilgiornale.it/foto-id%3D743193-x%3D800-y%3D800/via_le_br_manifesto2.jpg&imgrefurl=http://www.ilgiornale.it/interni/polemiche_manifesto_via_br_procure_e_bruti_liberati_insorge/bruti_liberati-manifesti-procura_milano-associazione_parte_democrazia/15-04-2011/articolo-id%3D517533-page%3D0-comments%3D1&usg=__r9n7hL9JMFw1lwMb2RhNBTC3In0=&h=598&w=800&sz=66&hl=it&start=0&sig2=z0jvlaC1L5UaIbRAyk0jeg&zoom=1&tbnid=BY4ewnuFqPvJMM:&tbnh=149&tbnw=199&ei=l0q3TbHWL8qF4QaN3MjLDw&prev=/search%3Fq%3Dvia%2Ble%2Bbr%26um%3D1%26hl%3Dit%26sa%3DN%26rlz%3D1T4GWYH_itIT312IT312%26biw%3D1276%26bih%3D599%26tbm%3Disch&um=1&itbs=1&iact=rc&dur=764&page=1&ndsp=15&ved=1t:429,r:11,s:0&tx=78&ty=86 ).
    La libertà un bene che ci permette di far ciò che vogliamo nei limiti del rispetto delle norme italiane.
    Cerchiamo nei documenti i veri principi che , i nostri Padri Costituenti hanno voluto infondere nel futuro della nostra Cultura Repubblica Democratica e nei suoi tanto amati cittadini italiani.

    Buonanotte

  7. Silendo on 28 Aprile, 2011 at 1:17 p