Servizi Segreti: Colpevole per eccesso di…zelo

11 Luglio, 2011

Prodigarsi per catturare uno dei maggiori narcotrafficanti, sicuramente è motivo di impegno sociale, nazionale ed internazionale. A tal proposito, mi sento di scrivere due righe di solidarietà nei confronti di Michele pellegrino: agente in servizio alla narcotici di Napoli.

La Rotta-Narcotraffico

di Marco Federico

www.informativadintelligence.eu

Il poliziotto italiano, in missione per la cattura di un pericoloso narco-trafficante, per evitare di perderne le tracce, noleggia tempestivamente, con la propria carta di credito, un’auto e si precipita all’inseguimento del criminale, sul territorio svizzero.

Missione compiuta: il narcos viene arrestato e vengono sequestrati 100 chili di droga indirizzati alla “piazza italiana”.
Ma purtroppo, nonostante il successo dell’operazione, lo zelante agente, avendo superato i limiti di velocità, si è visto recapitare un decreto di condanna, firmato dal giudice, Claudio Riedi: 1050 euro di multa, nonchè 5gg di lavori socialmente utili da svolgere in Svizzera. Certo è che la rogatoria internazionale richiesta dalla magistratura elvetica, in questa particolare situazione, risulta a mio parere esageratamente scrupolosa: la legge è uguale per tutti, ma il poliziotto stava, in quel frangente, lavorando per il bene e la salvaguardia di tutti i cittadini del mondo, compreso quelli di Oltralpe…
Marco Federico
www-informativadintelligence.eu