Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Servizi Segreti: Scotland Yard, “inchiesta conoscitiva o prove di colpevolezza”?

di Marco Federico

LitvinenkoLondra, l’ex agente del Kgb (Fsb) “morto assassinato” l’1 novembre 2006, “torna” ad interessare Scotland Yard, ma credo che dovrebbe  interessare anche l’altra parte del mondo…

Alexander Litvinenko, prima di morire aveva più volte accusato , Vladimir Putin (Zar di Russia), il quale a sua volta, aveva ha già smentito le accuse a lui rivolte dell’ex agente segreto russo.

Pertanto, considerate le motivazioni che sicuramente hanno indotto recentemente la Regina d’Inghilterra a far riaprire il caso a Londra, non ci resta che chiederci ancora una volta, nella speranza di approfondire meglio la questione in modo definitivo, del perchè Alexander Litvinenko, ha accusato Vladimir Putin come “possibile mandante” della morte di Anna Politovskaya. Quali prove effettivamente si hanno a riguardo?

Questo nell’interesse di tutti coloro che credono nella giustizia, nonchè i diritti umani, dei quali ciascun cittadino del mondo, senza differenziazioni ideologiche o di religione, ne è il rappresentante…

The Alexander Litvinenko Inquest

Sir Robert Owen
Assistant Deputy Coroner

Inner North London District of Greater London

 

Comunicato stampa

 

Spiegazione del ruolo dell’inchiesta condotta dal coroner

in relazione alla morte di Alexander Litvinenko

Nel corso dell’udienza tenutasi martedì 26 febbraio 2013 nell’aula 73 della Royal Courts of Justice, l’Assistant Deputy Coroner del distretto di Inner North London, Sir Robert Owen, ha spiegato qual è lo scopo delle inchieste nonché le ragioni alla base dell’inchiesta sulla morte di Alexander Litvinenko.

Sir Robert Owen ha dichiarato: “Il ruolo del coroner e la natura delle inchieste condotte dal coroner sono spiegati per sommi capi sul sito web dedicato all’inchiesta. Tuttavia, onde evitare equivoci o interpretazioni erronee, desidero chiarire che un’inchiesta costituisce un’attività conoscitiva. L’inchiesta del coroner non è diretta ad attribuire colpe e pertanto non va paragonata a un processo penale.

“In un’inchiesta non sussistono parti, non viene formulata alcuna imputazione a carico di un individuo o di individui, non sussiste accusa né difesa: l’inchiesta costituisce semplicemente un tentativo di stabilire i fatti.

“è un procedimento inquisitorio, un’attività di indagini alquanto diversa dal tradizionale processo accusatorio. Si tratta di un’indagine conoscitiva che condurrò al fine di determinare risposte attendibili a quattro importanti quesiti riguardanti informazioni fattuali: l’identità del defunto; il luogo della morte; l’ora della morte; e in che modo è avvenuta la morte del defunto. I primi tre quesiti sono semplici. È il quarto quesito, ossia come è avvenuta la morte di Alexander Litvinenko, a sollevare le questioni che ho individuato e riportato nella lista provvisoria presentata nel mese di gennaio.

“Mi auguro che queste osservazioni serviranno a placare eventuali timori o malintesi nutriti da taluni individui che potrebbero essere coinvolti nell’inchiesta, come testi o in altra qualità, circa lo scopo dell’inchiesta stessa.”

Maggiori informazioni sull’inchiesta e una copia della lista provvisoria delle relative questioni sono riportate sul sito web dell’inchiesta sulla morte di Alexander Litvinenko: http://litvinenkoinquest.org

 

–       FINE del comunicato –

Note per gli editori

  1. I giudici in carica o in pensione precedentemente nominati Assistant Deputy Coroner [vice coroner o coroner aggiunto] includono: Lady Justice Hallett, incaricata dell’inchiesta sulla morte delle vittime degli attentati dinamitardi a Londra il 7 luglio 2005; Lord Justice Scott Baker, incaricato dell’inchiesta sulla morte della Principessa Diana e di Dodi Al Fayed; Sir Michael Wright, incaricato dell’inchiesta sulla morte di Jean Charles de Menezes e, più di recente, HH Judge Peter Thornton QC, incaricato dell’inchiesta sulla morte di Ian Tomlinson nella City di Londra. Come nel caso dei suddetti, il Giudice Owen disporrà dei medesimi poteri di coroner nella conduzione dell’inchiesta.
  2. Qui di seguito sono riportate alcune informazioni fattuali sul procedimento di inchiesta:

* Un’inchiesta è un’indagine conoscitiva sulle morti violente o dovute a cause non naturali, morti improvvise dovute a cause sconosciute, oppure morti avvenute in carcere volta a stabilire l’identità della persona defunta nonché come, quando e dove è avvenuta la morte.

* L’inchiesta viene condotta da un coroner, il quale ha il compito di ascoltare deposizioni riguardanti il cadavere e le circostanze della morte del defunto.

* L’Articolo 16 del Coroners Act 1988 stabilisce che il coroner dovrà, su richiesta del Director of Public Prosecutions [Capo della Procura], aggiornare l’inchiesta fino alla conclusione di eventuali procedimenti penali attinenti.

* L’inchiesta costituisce una forma di indagine pubblica volta a stabilire la verità. L’inchiesta non è un processo e pertanto non vi sono parti formali.

* Il verdetto dell’inchiesta non potrà essere formulato in modo tale che esso sembri determinare questioni di responsabilità penale di un soggetto nominato oppure di responsabilità civile.

* L’Articolo 8(3) del suddetto Act del 1988 stabilisce i casi in cui le inchieste debbano essere tenute con una giuria.

  1. Le udienze sono generalmente aperte al pubblico. I giornalisti che desiderino assistere alle udienze future e ricevere aggiornamenti sull’inchiesta dovranno rivolgersi all’ufficio stampa all’indirizzo e-mail riportato qui di seguito. L’inchiesta provvederà a comunicare la procedura di accreditamento dei media a tempo debito.
  1. Sir Robert Owen non rilascerà interviste riguardanti la propria nomina a Assistant Deputy Coroner o interviste relative all’inchiesta.

 

Per assistere all’udienza scrivere all’indirizzo pressoffice@litvinenkoinquest.org

Trascrizioni e altre informazioni sono accessibili sul sito www.litvinenkoinquest.org

 

 

image004 Europa divisaSecret Service: Scotland Yard, “finding investigation or evidence of guilt?

London, the former agent of the KGB (FSB) “murdered” 1 November 2006 “back” to affect Scotland Yard, but I think it should also be of interest to the other side of the world …

Alexander Litvinenko before his death had repeatedly accused Vladimir Putin (Tsar of Russia), which in turn, had already denied the accusations addressed to him of the former Russian secret agent.

Therefore, after considering the reasons that surely have led recently to the Queen of England to reopen the case in London, we have to ask ourselves once again, hoping to investigate the matter in a definitive way, why Alexander Litvinenko accused Vladimir Putin as “possible instigator” of the death of Anna Politkovskaya. What evidence do you actually have in this regard?

This in the interest of all those who believe in justice, as well as human rights, of which every citizen of the world, without ideological or religious differences, it is the representative …

 

 

 

Scotland Yard