Servizi Segreti: “A Cesare quel che è di Cesare…” 

13 Maggio, 2016

Il Colonnello Gheddafi, 11 giugno del 2009, senza mezzi termini, ha indicato nel Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, l'uomo della svolta.

Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ed il leader libico, Muammar Gheddafi, entrano nell'Accademia libica in Italia, questo pomeriggio 30 agosto 2010. ANSA/GUIDO MONTANI

Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ed il leader libico, Muammar Gheddafi, entrano nell’Accademia libica in Italia, questo pomeriggio 30 agosto 2010.
ANSA/GUIDO MONTANI

Marco Federico

Dopo quarant’anni di incomprensioni finalmente grazie all’accordo firmato l’anno precedente, il 30 agosto 2008 a Bengasi, viene finalmente ripristinato il rapporto di amicizia e collaborazione tra la Libia e l’Italia.

Praticamente ci sarà sempre un interscambio tra i due Paesi con il supporto e la collaborazione per quanto riguarda il problema degli immigrati clandestini, “come attuazione dell’accordo firmato nel 2007 per il pattugliamento delle coste libiche da parte della Marina italiana”. In tale accordo rientra anche l’approvvigionamento energetico. Da qui ai prossimi decenni i frutti di questa relazione internazionale saranno ben più visibili e tracciati…

Breve riflessione: 

Questa è una semplice nota informativa (scritta il 29 /06/2009) che letta oggi a distanza di anni, mi fa venire i brividi per come sono andati poi i fatti..  (Caos Libico attuale)

FLUSSI-MIGRATORI-mappa

vittoriano-frecce-tricolori

Quale altra Italia ci attende al varco senza chi veramente è capace di amare e donarsi per la Patria?

Mameli (l’autore del nostro Inno) era un repubblicano e Mazziniano, quest’ultimo è il creatore della Giovine Italia e della Giovine Europa.

costituzione-640x360

To Cesar what belongs to Cesar…

The colonel Gaddafi, 11th June 2009, indicated  Silvio Berlusconi,  Prime Minister, as the man of the future.

After 40 years of incomprehensions, thank to the agreement signed one year before (30th Aug 2008) in Benghazi,  luckily the cooperation between Libya and Italy has been established. 

Pratically, there will be a continuous interchange and support about clandestine immigration, according to the agreement signed in 2007 for patrolling the Libyan costs by Italian Navy. In this agreement is also included the supplies.

In the future the benefits of this international cooperation will be noticeable.

Short analysis :

This is a simple information written on 29th June 2009, that read nowadays, is something giving me the goose pimples,  due to the real facts occurred later.</