Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Il Giappone vede la Cina come minaccia

 Abbandonato il timore della guerra fredda russa, il Giappone ha messo a punto, di recente, un documento che stabilisce la politica difensiva nipponica per i prossimi 10 anni. La Cina è considerata la prima minaccia da cui difendersi, di conseguenza, anche la Corea del Nord.

Per contro, la Cina afferma di portare avanti una politica esclusivamente difensiva, senza voler minacciare nessuno.

Per tali timori il Giappone sta raddoppiando i suoi armamenti, soprattutto quelli destinati alla Marina e all’Aeronautica.

Resta ferma ed essenziale l’alleanza con l’America, ma il Giappone sta anche guardandosi intorno cercando legami maggiori con l’India, altra potenza crescente, i paesi del Sud-Est asiatico, la

Corea del Sud e l’Australia. 

Possiamo dire che il Giappone si stia preparando, con una certa celerità, ad un eventuale attacco da parte della Cina, tutta l’area è effettivamente in fermento, considerati anche gli ultimi attacchi della Corea del Nord ed i suoi esperimenti sulle armi nucleari. Pare che la Corea del Nord sia molto più avanti dell’Iran in materia di uranio arricchito, quindi la paura del Giappone potrebbe essere molto giustificata.

Gabriella Gagliardini

4 Responses to Il Giappone vede la Cina come minaccia

  1. SIRIUS Rispondi

    Dicembre 19, 2010 at 12:35 pm

    Emerge il ruolo sempre più centrale che la Cina ricopre nell’ambito delle relazioni diplomatiche tra Stati Uniti ed Asia, in particolare con gli stati canaglia come Iran e Corea del Nord.I cinesi vengono presentati come esperti nelle relazioni con gli iraniani, impegnati nel tentativo di spiegare agli Usa come pubblicamente sia difficile ottenere dal regime iraniano un comportamento soft. C’è inoltre il tentativo cinese di minimizzare i progressi iraniani riguardo al nucleare, che vengono dati ancora in fase di studio.
    Mentre il Giappone,non ha altra scelta che ricorrere agli Stati Uniti,che riguardo la situazione delle isole Senkaku la signora Hillary Clinton ha prontamente risposto, che sono considerate (dall’America) territorio giapponese e che , in forza del trattato di mutua difesa, gli Stati Uniti sono impegnati a difenderle in caso di attacco straniero.

  2. Marcello Rispondi

    Dicembre 19, 2010 at 2:30 pm

    Credo che il Giappone , faccia bene a temere la Cina , in quanto riconosce le sue forti
    potenzialità a tutti i livelli.
    Oggi la Cina , rappresenta una delle nazioni più proficue e redditizie a livello mondiale
    per le ricchezze del sottosuolo : miniere di diamanti , tungsteno , wolframio. L’America
    da molti anni monitora e sorveglia questa grande forza naturale, nella quale ha investito
    milioni di dollari in vari settori.Il problema secondo me ,non riguarda solo il Giappone
    ma l’intero universo.
    La Cina , appena otterrà consensi da varie nazioni del mondo,di conseguenza farà il salto
    di qualità riguardo gli aspetti culturali , filosofici , imprenditoriali e potrà così
    raggiungere importanti traguardi per l’economia mondiale.

  3. alberto Rispondi

    Dicembre 19, 2010 at 4:44 pm

    E’ la finanza ebraica,quella che comanda il mondo e anche noi, che ha puntato sulla cina.Sono loro che sostengono il criminale governo cinese colpevole di tutti i crimini più abominevoli.
    Il burattinaio della cina, l’attuale governo israeliano si macchia anche lui dei peggiori delitti non solo contro i palestinesi ma contro tutti quelli che osano dissentire dalla panzana del polpolo eletto e della terra promessa.E’ il governo Netaniau(quello con la faccia da gangster) che ricatta il mondo con Al Quaeda e ora wikileaks….

  4. max Rispondi

    Gennaio 2, 2011 at 2:52 pm

    Ma che cavolo dici sugli ebrei?Sei un destro reazionario, legato allo standard passato, gli israeliani farebbero bene a dare ciò che certi estremisti vogliono, ovvero una bastonata di quelle tremende con gli attuali armamenti cui posseggono, così tanto per far capire che non sono più quelli sottomessi di una volta, e che la loro destra, è più dura e forte, di quella nostalgica che ancora seguite, che è stravecchia e fuori dal tempo.Chi ha i soldi, comanda il potere, e quindi non solo gli ebrei, ma tutti quelli che ci guadagnano a fare guerre, e guarda caso molti sono americani , sia ebrei che non. Smettetela di attaccare coloro che se ne stanno a fare i c…i propri a casa loro, non sono più quelli che comandavano tutta l’economia tedesca del 1930,ora ci sono i turchi, i musulmani ed i cinesi che fanno i gradassi a casa degli altri. Ma che destre siete, forse cieche? Dove vivete, non sarete forse spenti e morti pure voi,che non sapete distinguere il vero dal falso?Chi toglie la nostra sovranità, chi lascia i nostri figli a casa, chi non vuole cambiare gli usi di casa propria, e pretende di imporli a casa nostra, chi esporta la mafia , come hanno fatto i siciliani in america, ecco quelli vanno combattuti ora, non gli ebrei che combattono per quello che credono a casa loro. Ma forse tu sei un comunista, che comanda nelle case degli altri, vai pure in Israele, a togliere la proprietà agli ebrei, forse scoprirai come sono cambiati , razza di cieco che dice di vedere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *