Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Servizi Segreti: Notizie Internazionali…

Fonte: WNT (World News Tomorrow)

ECIPS_ FLAG

ECIPS_ FLAG

Breaking News . La proposta dell’UE di imporre sanzioni potrebbe danneggiare l’economia dell’UE ancora di più e possibilmente portare a una battuta d’arresto . Questo è secondo gli esperti , sia dal settore economico e di sicurezza . Secondo il Centro europeo per la politica dell’informazione e sicurezza l’imposizione di sanzioni porterebbe più tensione e potrebbe avere risultati catastrofici nell’UE a causa del rapporto Oil & gas con la Russia . Circa il 42 % del petrolio di Europa proviene dalla Russia e mettendo pressione sul Vladimir Putin potrebbe non essere la cosa giusta .

L’Europa è già sotto enorme sforzo , si affaccia su un collasso finanziario nelle attuali condizioni economiche di crescita . Si dice , che dovrebbe UE applicare sanzioni , poi il petrolio potrebbe aumentare fino a 200 dollari al barile e questo potrebbe innescare risultati senza precedenti nell’ambito degli affari economici dell’Unione europea . La Russia potrebbe molto probabilmente chiudere la fornitura di petrolio e gas per l’UE , e ri- percorso che attraverso l’Africa o le Nazioni Brick . Immaginate le conseguenze che questo avrebbe a livello dell’UE e l’economia degli Stati Uniti ?

Siamo pronti per questo cambiamento e potrebbe raggiungere i pre 1937 le fasi di depressione ? Alcuni dicono di sì , ed altri dicono che potrebbe essere molto peggiore della depressione del 1937. Il presidente del ECIPS Ricardo Baretzky ha detto che non è il momento di giocare e avere colloqui duri su di esso . Ha detto che la minaccia di un collasso economico UE è una minaccia molto reale e l’UE è lontana dalla realtà e ha bisogno di rivedere le loro politiche al fine di evitare questa potenziale minaccia che potrebbe innescare e mettere fuori controllo .

Ha detto anche che la soluzione è quella di discutere i meriti e raggiungere il consenso prima che sia troppo tardi . La questione su chi controlla il “Mar Nero ” risale per generazioni e non è una sorpresa che la Russia possa essere messa in scena per proteggere i loro interessi . La guerra fredda è sicuramente viva e possiamo vedere l’impronta di questo approccio strategico di Putin .

In esclusiva per World News Tomorrow di James Lee USA . NATO

http://www.worldnewstomorrow.com/?p=8476 1016319_155168574673525_1499354461_n Rid.

http://www.worldnewstomorrow.com/?p=8472

 

 

– Breaking News. – The suggestion of the EU to impose sanctions could hurt the EU economy even further and possibly bring it to a halt. This is according to experts, both from the economical and security industry. According to the European Centre for Information Policy and Security the imposing of sanctions would bring about more tension and could have catastrophic results in the EU due to the Oil & gas relation with Russia. About 42% of Europe’s oil comes from Russia and putting pressure on Vladimir Putin might not be the right thing.

 

USA, Italy & Europe

USA, Italy & Europe

Europe is already under tremendous strain, and faces a financial collapse under the present growing economical conditions. It is said, that should EU implement sanctions, then oil could raise as much as $200 per barrel and this could spark unprecedented results within the EU’s economical affairs. Russia could very possibly close the supply  of both oil and gas to the EU, and re-route it via Africa or the Brick Nations. Imagine the consequences this would have on both EU and US economy ?

Are we ready for such change and  could it reach pre 1937 depression stages? Some say yes, and some say it could be much worse than the 1937 depression.  The President of ECIPS Ricardo Baretzky said that this is no time to play and have hard talks about it. He said that the threat of an EU economical collapse is a very real threat and EU is far from the reality and needs reviewing their policies to avoid this potential threat that could spark out of control.

He said the solution is to debate the merits and reach consensus before it is too late. The issue about whom controls the “Black Sea” has been dating back for generations and it is no surprise that Russia might be staging to protect their interest. The cold war is certainly alive and we can see the footprint of this in the strategic approach of Putin.

Exclusive for World News Tomorrow by James Lee USA. 

In esclusiva per World News Tomorrow di James Lee USA .

Responsabile Comunicazione: Marco Federico – mail: comunicazione@servizisegreti.com

http://www.bimmerboost.com/images/imported/2012/12/NAC-1.jpg

Nato websites under cyber attack stuff.co.nz

Ecips

“Diversi siti web della Nato sono stati colpiti da attacchi informatici, ma non hanno avuto alcun impatto sulle operazioni della alleanza militare, un portavoce della Nato ha detto.

Gli attacchi, che hanno colpito il sito principale della Nato, è venuto in mezzo a crescenti tensioni oltre occupazione della regione di Crimea in Ucraina, dove un referendum si terrà questa sera (ora NZ) le forze russe.

Nato portavoce Oana Lungescu ha detto su Twitter che diversi siti web della Nato sono stati il bersaglio di una “DDoS significative (Denial of Service) attacco”.

Ha detto che non vi era stato alcun impatto operativo e gli esperti della Nato si sono attivati per ripristinare la normale funzionalità.”

Several Nato websites have been hit by cyber attacks, but they have had no impact on the military alliance’s operations, a Nato spokeswoman said.

The attacks, which affected Nato’s main website, came amid rising tensions over Russian forces’ occupation of Ukraine’s Crimea region where a referendum is to be held tonight (NZ time).

Nato spokeswoman Oana Lungescu said on Twitter that several Nato websites have been the target of a “significant DDoS (denial of service) attack.”

She said there had been no operational impact and Nato experts were working to restore normal function.